Verona, 2011
Un appartamento sul fiume dove l'arredo disegnato su misura organizza e definisce lo spazio.
La richiesta del giovane committente era la creazione di uno spazio dinamico dotato di zona notte, di un bagno e di una cucina, oltre che di spazi-ripostiglio e di una piccola zona esterna.
L’appartamento è caratterizzato dalla presenza di un unico elemento di arredo fisso, un diaframma che divide i differenti ambienti e funge da contenitore.
L’elemento ligneo gestisce lo spazio della casa: un ingresso che funge da corridoio-cabina armadio, una zona notte con camera da letto, disimpegno, bagno e una zona giorno con sala e una cucina a scomparsa.
Dalla porta finestra dell’abbaino si accede ad un piccolo terrazzino a tasca con vista sul fiume Adige, dal quale attraverso una scala metallica, si accede ad un’altana posta in corrispondenza della copertura piana dell’abbaino.

Disegni tecnici
 

Stato di fatto
Pianta di progetto
Pianta della copertura

Informazioni
 

Incarico
progetto preliminare, definitivo, esecutivo e direzione lavori
Committente
Privato
Fotografie
Federico Villa studio
Imprese
PFM contract (opere edili)
Albi srl (falegnameria)
Tecnobitre (pavimenti in malta autolivellante)
Consulenti
Ing. Ilaria Segala (strutture)
Premio
Finalista Architetti Verona 2013
 
 
 
 

Via Raffaele Parravicini n° 16
20125 Milano

T. +39 02 840 766 62
[email protected]
Architetti
Marcello Bondavalli
Nicola Brenna
Carlo Alberto Tagliabue
Collaborazioni

Ti piacerebbe collaborare con studio wok? Invia un unico file PDF di max 5 MB con cover letter, CV e alcuni esempi di tuoi lavori a [email protected]

 
Un’altana veronese