Milano, 2021
Spazi flessibili nel liberty milanese.
Questo appartamento, situato all’interno di un palazzo primo ‘900 nel cuore di Porta Venezia a Milano, è il pied-à-terre milanese di una coppia italiana che vive all’estero.
Il progetto di ristrutturazione si muove su un filo sottile, a cavallo tra la ricerca di uno spazio contemporaneo e l'intento di valorizzare la storia e l’anima dell’appartamento; la tensione e il dialogo tra questi elementi sono il tratto distintivo dell’intervento.
Una volta definito il volume del bagno, la prima operazione è stata quella di liberare la pianta della casa da tutte le pareti interne. Lo spazio abitato non è più diviso in piccole stanze ma al contrario ora è un unico ambiente fluido che intercetta la luce di tutte le finestre esposte in direzioni diverse tra loro.
La traccia della casa originaria è stata preservata con due interventi precisi. A soffitto è stato inserito un sistema di ribassamenti che ricalca il sedime dei vecchi muri e a pavimento è stato restaurato e completato il parquet originario a spina di pesce. Il risultato è una griglia che, in maniera discreta, identifica i diversi ambiti di vita dell’appartamento.
Due volumi scultorei in legno, essenza noce canaletto, frazionano lo spazio, delimitano le zone funzionali e, grazie al loro essere bifacciali, si relazionano con i diversi ambienti. Un sistema di porte scorrevoli integrato permette di separare le stanze e genera nuovi scenari all’interno della casa.
Il primo dispositivo accoglie un armadio verso la camera matrimoniale e si presenta in tutta la sua tridimensionalità verso il soggiorno ospitando una libreria. Il secondo, oltre a contenere alcuni impianti, armadi e delle mensole verso l’ingresso, accompagna lo sguardo verso la zona giorno grazie ad un pattern grafico a crocini che funge da sistema espositivo flessibile.
L'ultimo scenario è la grande parete abitata che ospita la cucina, gli armadi e un letto a ribalta che, all’occorrenza, trasforma lo studio in una camera da letto per gli ospiti. All’interno di questo volume neutro emerge il grande inserto in marmo verde Guatemala che caratterizza la cucina.

Disegni tecnici
 

Stato di fatto
Progetto

Informazioni
 

Incarico
Progetto preliminare, definitivo, esecutivo e Direzione Lavori
Committente
Privato
Imprese
Opere edili: Offstage
Falegnameria su misura: Arredo 90 snc
Aziende/Prodotti
Quadro Rubinetterie - rubinetteria bagno e cucina
Marmi Scala - rivestimento parete doccia
Design Republic - Divano Ugo
Kriptonite crossing - libreria a parete
Flos Frisbi - Illuminazione
Fotografie
Simone Bossi photographer
Collaboratori
Claudia Begni
Marzia Colombo
 
 
 
 

Via Raffaele Parravicini n° 16
20125 Milano

T. +39 02 840 766 62
info@studiowok.com
studio wok architetti associati
Marcello Bondavalli
Nicola Brenna
Carlo Alberto Tagliabue
Collaborazioni

Ti piacerebbe collaborare con studio wok? Invia un unico file PDF di max 5 MB con cover letter, CV e alcuni esempi di tuoi lavori a job@studiowok.com

Press office & communication

Fiammetta Gamboni

press@studiowok.com

 
Walnut flat