Milano, 2014
La Terrazza dell’Arte diventa un “ponte” tra la solidità di Muzio e il carattere temporaneo del parco, uno spazio “intimo” all’interno di un luogo pubblico.
La Terrazza dell’Arte è un dispositivo flessibile: ristorante, spazio espositivo, belvedere, lounge, luogo per eventi, è un nuovo padiglione in un luogo di eccezione e lo rende abitabile e fruibile.
Il suo ritmo di vita è lo stesso del Palazzo dell’Arte, la sua natura architettonica è un “ponte” tra la solidità di Muzio e il carattere temporaneo del parco.
Proiettata verso il parco, la sala centrale divide in due la grande terrazza esterna. Questo spazio di decantazione si apre sulla vista del parco ed è il principale accesso alla terrazza dal ristorante.
La parte più “privata” del ristorante è composta da tre sale comunicanti di uguali dimensioni, separabili con tende a pacchetto.
Ogni stanza è una sorta di “quadro” verso il parco, la parte verso la terrazza è interamente vetrata e apribile.
Le “stanze” individuano uno spazio “intimo” e raccolto all’interno di una situazione collettiva dove, seppur all’interno di un luogo pubblico, è possibile godere del calore di uno spazio “domestico”.

Disegni tecnici
 

Informazioni
 

Incarico
Concorso a inviti
Committente
Triennale Milano
Team
studio wok + Barreca & Lavarra Architetti Associati
Collaboratori
Claudio Barborini, Samuele Paudice
Consulenti
Nicola Sardano (struttura e computo)
Emilia Wanderlingh (ristorazione e branding)
 
 
 
 

Via Raffaele Parravicini n° 16
20125 Milano

T. +39 02 840 766 62
[email protected]
Architetti
Marcello Bondavalli
Nicola Brenna
Carlo Alberto Tagliabue
Collaborazioni

Ti piacerebbe collaborare con studio wok? Invia un unico file PDF di max 5 MB con cover letter, CV e alcuni esempi di tuoi lavori a [email protected]

 
Terrazza Triennale